MES industria tessile: cosa fa esattamente?

19 giugno 2019

Da software deputato esclusivamente alla gestione della produzione, a sistema integrato anche per il business. È l’evoluzione del Manufacturing Execution System, o MES, per l'industria tessile in particolare. Un’evoluzione sottolineata anche dalla MESA, la principale associazione statunitense che ha elaborato negli anni diversi modelli per offrire standard omogenei e condivisi sulle funzionalità di un MES. La cui interconnessione oggi, soprattutto con i sistemi gestionali, ha trovato terreno fertile nel paradigma di Industria 4.0 in cui gli impianti, tramite sensori ”intelligenti”, comunicano dati e informazioni al management ricavandoli dallo stesso flusso informativo governato dal MES. Il suo ruolo, pertanto, nell’odierna industria del tessile-abbigliamento va inserito all’interno di un’architettura modulare che, nel suo insieme, contribuisce a fornire un quadro in tempo reale dello stato dell’arte delle attività manifatturiere.

 

MES per l'industria tessile: la connessione

Il punto di raccordo tra i software gestionali e il MES è rappresentato dal piano principale di produzione o MPS (Master Production Schedule), il documento che l’azienda dovrebbe elaborare ogni volta per pianificare la quantità di capi da realizzare in un determinato arco temporale e l’ordine degli stessi lanci di produzione per rispettare le date di consegna. Il MES trasferisce le linee generali in ogni singola macchina dello stabilimento, programmando il lead time sulla base di un modello che tiene conto del carico di lavoro e delle risorse necessarie. Nel caso in cui una parte di questo lavoro sia affidato all’esterno a terzisti e laboratori, il MES per l'industria tessile garantisce la tracciabilità delle fasi produttive che coinvolgono la subfornitura, solitamente mediante l’utilizzo di codici a barre o tag RFID. Inoltre, non si limita ad applicare dei criteri sempre uniformi, ma consente di simulare modifiche al calendario, comprese eventuali forzature che testino la capacità di macchinari e capitale umano impiegati a pieno regime.

 

I controlli del MES per l'industria tessile

L’altra funzione essenziale del MES è il controllo dell’avanzamento della produzione simultaneamente da varie postazioni, con metodi differenti a seconda delle peculiarità proprie del software. In alcune versioni evolute, ad esempio, la scheda tecnica è messa a disposizione in modalità online così da permettere di esaminare costantemente la corrispondenza delle operazioni svolte rispetto al risultato atteso. A questo stadio segue quello del collaudo, nel quale il MES è in grado di individuare le eventuali non conformità (il cosiddetto “battezzo difetto”), attuando in tal modo una verifica puntuale della qualità, prima che il capo esca dalla catena, e rendendo possibile la sua tempestiva riparazione. È importante notare come, in assenza di un MES con tali caratteristiche, un prodotto con delle imperfezioni che arriva alla committenza o nei circuiti di vendita, contribuisce a generare i fenomeni del reso e delle seconde scelte, con un incremento dei costi di gestione e mancati guadagni.

 

Il MES per l'industria tessile e la Business Intelligence

Il MES, infine, proprio in quanto tassello di un ecosistema più ampio che presiede all’ottimizzazione dei processi nelle industrie del tessile-abbigliamento, assolve all’incarico di raccogliere dati allo scopo di monitorare le performance sia per singola linea produttiva sia della fabbrica nel suo complesso. Il monitoraggio può avvenire in media res, mentre la produzione è in corso, oppure focalizzarsi su un periodo specifico per analizzare le prestazioni di un impianto, di un reparto o di tutto lo stabilimento. I dati così raccolti, incrociati con quelli provenienti da altri ambiti dell’azienda (logistica, marketing, finanza), possono confluire in un apposito modulo di Business Intelligence con il quale supportare decisioni chiave fondate sulla esaustività delle informazioni. Quest’ultimo aspetto fa capire bene perché oggi un MES per l'industria tessile non ricopra soltanto il tradizionale compito di gestione delle operation produttive, ma collabori anche alla definizione di una strategia capace di efficientare l’intera filiera. Per questo l’avvento di Industria 4.0 lo ha trasformato in uno strumento indispensabile a beneficio della smart factory.

Industria Moda Mes

Topics: MES Moda